Trazos 
 
 Poesía
 Castellano
 English
 Français
 Italiano
 
 Ensayos
 Castellano
 Italiano
 
 Trazos
 
 Traducciones
 
 Epistolas
 
 Bibliografía
 
 Biografía
 
 Correo - Mail
Buscar

Poesía : Italiano Last Updated: Noviembre 3, 2012


Abbandono
Elías Letelier

Email this article
 Printer friendly page

Assisto alla depredazione del giorno

con il suo lutto d’avorio ferito,

all’assenza di chi non è tornato dalla guerra,

che senza dire il suo nome

è rimasto inchiodato nella monarchia del silenzio.

 

Senza essere falegname né altro,

faccio tutto ciò che compete al martello:

cantando,  colpo dopo colpo, penetro

nel taglio aperto del legno.

 

Non devo chiudere gli occhi

né fare l’alba al falò della notte

per ascoltare l’esperta voce del sale

che annega nell’impero dell’acqua.

 

Partecipo al mondo cupo dello specchio,

al mormorio di un vaso rotto,

a una figura statica che dorme

nella lingua metallica di uno specchio rotto;

ma soprattutto su questi ciottoli e  dirupi

rispondo all’ansia di una campana

che non può suonare.

 

 

(Traduzione dal castigliano di Elisabetta Lasagna)


Top of  Page

Italiano
Teoria delle scarpe
Canto di inverno
Memorie dell’oblio
Mentre stavi dormendo
La foglia
Non mi Piacciono Questi Versi
Camminando Solo
Il Molo
Abbandono